Cosa vedere a New York

New York, una città impegnativa per i turisti che in una manciata di giorni vorrebbero coglierne tutti gli aspetti salienti.
Molti si chiedono quali siano i luoghi più importanti della città, quali i monumenti da non perdere per nulla al mondo.
Una mini guida su cosa vedere ritornerebbe proprio utile!

La prima tappa da fare a New York e senza dubbio Manhattan, che ospita una varietà di attrazioni tale da rendere necessaria un’ulteriore scrematura.
Partendo da Central Park e procedendo verso sud, non si potrà prescindere dal visitare il Metropolitan Museum of Art, uno dei più grandi musei al mondo e al cui interno si trova una quantità di opere d’arte davvero imponderabile.

Dopo il Met – nome ufficioso con il quale ci si riferisce al Metropolitan -, a colpire è il Rockfeller Centre con i Channel Gardens, la Lower Plaza e il Ge Building, noto per essere la sede della NBC.

Non può mancare una visita alla celeberrima Time Square e al Palazzo dell’ONU.
Per avere una panoramica sulla città di New York a tutto tondo, che sia romantica e sbalorditiva al tempo stesso, salire in cime all’Empire State Building, una delle costruzioni simbolo della città, è più che un piacere un dovere per chi indossa i panni del turista perfetto!

Eretto nel 1931 in stile Art Deco  e alto 181 metri, l’Empire State Building è anche il grattacielo più alto di tutta New York, primato che vinse anche a livello mondiale fino al 1973, quando fu terminata la costruzione delle torri gemelle.
Una sosta a Madison Square Garden e un giro per il quartiere di Soho, nella Little Italy e a Chinatown daranno l’idea di come significhi vivere in una città cosmopolita e variegata come questa.

La Statua delle Libertà, poi, è d’obbligo.
Emblema di New York e degli Stati Uniti tutti, la celebre statua che inneggia alla libertà si trova nella piccola isola di Liberty Island, nell’Upper New York Bay.
Lady Liberty, come la chiamano tutti confidenzialmente, è opera dell’architetto francese Gustave Eiffel e fu donata dalla Francia agli Stati Uniti in occasione del centesimo anniversario dell’indipendenza americana.

La east side di Manhattan è collegata a Brooklyn per mezzo del famoso Brooklyn Bridge, sospeso a 84 metri di altezza.
Situato su due livelli, il Ponte di Brooklyn merita una visita soprattutto per lo splendido skyline di Lower Manhattan che si può ammirare dal suo parapetto.

Leave a Reply

Powered by WordPress